Master in Neuroscienze Sociali Applicate - Università di Scienze Sociali e Tecnologiche Visconti

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Master in Neuroscienze Sociali Applicate

Corsi e Master > Psicologia e Neuroscienze
Executive Master in modalità e-learning + 1 fine settimana in presenza



MASTER IN MODALITA' E-LEARNING + 1 FINE SETTIMANA IN PRESENZA

Premessa
Le scoperte effettuate negli ultimi trent’anni per mezzo di sofisticati strumenti di indagine come la risonanza magnetica funzionale (fMRI) e la stimolazione magnetica transcranica (TMS), uniti a numerosissimi studi sul comportamento, hanno confermato che le relazioni sociali giocano un ruolo fondamentale per la sopravvivenza ed il benessere degli animali che vivono in gruppo. Infatti, a seconda della qualità delle interazioni sociali, i neuroni (le cellule del sistema nervoso) si modificano biologicamente e le strutture neuronali si trasformano fisicamente. Quindi, relazioni sociali funzionali non sono solo in grado di determinare la sopravvivenza ed il benessere del singolo e del gruppo in termini di bisogni materiali come cibo, acqua, sicurezza e procreazione, ma hanno anche importanti effetti sulla salute e sulla qualità della vita. Presupposti, questi, che determinano l’adattamento, l’evoluzione e la continuazione della specie.
Così, per mezzo dei progressi della ricerca, l’idea dominante che voleva le scienze sociali incompatibili con le scienze biologiche ha iniziato a lasciare il posto ad un approccio allo studio del cervello di tipo interdisciplinare, dando il via ad una serie di attività scientifiche che, solo pochi decenni fa, erano relegate al ruolo di semplici speculazioni teoriche.
La nascita della neuroscienza sociale risale al 1992 con un articolo pubblicato su "American Psychologist", edito dalla American Psychological Association (l’Associazione Psicologi degli Stati Uniti d’America), da parte di John T. Cacioppo e Gary G. Berntson, professori e ricercatori alla Ohio State University.
Cacioppo e Berntson, nei primi anni ‘90 del secolo scorso, si dedicarono alla comprensione di come le forze sociali influenzavano la fisiologia e di come quest’ultima influenzasse le interazioni sociali. Con l’ausilio di strumenti per la scansione cerebrale ed analisi di laboratorio, essi hanno scoperto che gli ambienti sociali influenzano il cervello e le funzioni biologiche degli esseri umani e degli animali sociali in genere. In pratica, le relazioni e gli ambienti sociali hanno effetti sulle strutture neuronali nonché sulle reazioni neuroendocrine, metaboliche ed immunitarie di cui il cervello è l’organo di regolazione (Cacioppo, Bernston, Decety, 2011).
La neuroscienza sociale cerca di comprendere, quindi, come i sistemi biologici implementano i processi sociali e i comportamenti, utilizzando i concetti e i metodi delle neuroscienze per aggiornare e perfezionare le teorie dei processi sociali. Inoltre, utilizza i concetti e i dati sul comportamento per aggiornare e perfezionare le teorie sull’organizzazione delle funzioni neurali (Cacioppo et al., 2007).

Obiettivi Formativi
Il Master in Neuroscienze Sociali Applicate fornisce una preparazione di alto livello nelle applicazioni delle neuroscienze in sociologia, psicologia e pedagogia. In particolare, per la sociologia, si è aperto da poco un nuovo approccio di tipo microsociologico allo studio dei processi di socializzazione e delle relazioni sociali che ha dato vita alla Neurosociologia.
Al termine del percorso di formazione, la figura professionale uscente avrà una preparazione di elevato profilo sugli strumenti di analisi ed intervento sociologici, psicologici e pedagogici in molteplici ambiti professionali, coniugati ad una adeguata conoscenza del funzionamento del sistema nervoso centrale e delle funzioni e dei processi cerebrali che determinano il comportamento sociale.

Solo per i laureati in sociologia: i contenuti del Master costituiscono l’area di insegnamento fondamentale della Specializzazione in Neurosociologia (1° anno).


Sbocchi professionali
Le scoperte sul cervello degli ultimi trent’anni (es. cervello sociale e neuroni specchio), che vedono la ricerca neuroscientifica protagonista di questo secolo grazie alle scoperte che si susseguono costantemente, stanno di fatto rivoluzionando le scienze sociali, aprendo scenari incredibilmente affascinanti e di grande utilità per diversi contesti professionali. Il tipo di percorso di studi elaborato per questo Master si rivela di particolare utilità, a titolo esemplificativo, nei seguenti ambiti:

  • relazione d’aiuto in psicologia e nel counseling;

  • formazione dei gruppi di lavoro nelle aziende, team sportivi ecc.;

  • mediazione professionale;

  • formazione aziendale e crescita personale;

  • educazione scolastica;

  • orientamento scolastico, universitario e professionale;

  • educazione alla salute.


Naturalmente, gli sbocchi professionali sopra citati sono correlati al precedente bagaglio accademico, culturale e/o professionale posseduto dallo studente del Master.

Destinatari e Titoli di accesso
Il Master in Neuroscienze Sociali Applicate è rivolto ai laureati (titolo minimo: laurea triennale - 1° ciclo) in discipline afferenti alle scienze sociali, umane o biologiche.

Modalità di erogazione
Il Master è erogato in modalità mista:

  • e-learning: tramite slide, dispense, interazione con i docenti e test di verifica attraverso i canali Internet;

  • un fine settimana di lezioni full immersion in presenza, al termine del quale saranno sostenuti gli esami finali.


Questo metodo consente allo studente di conciliare gli impegni personali e lavorativi con lo studio. Per le lezioni in e-learning, lo studente dovrà avere a disposizione un personal computer dotato dell’applicazione Office© base e collegamento a Internet. Inoltre, è necessario essere in possesso delle competenze informatiche di base necessarie per utilizzare gli applicativi su cui il corso erogato in modalità e-learning si struttura. In particolare, lo studente dovrà essere in grado di eseguire le attività essenziali di uso ricorrente quando si lavora al computer, organizzare e gestire file e cartelle, lavorare con le icone e le finestre, usare Internet per la ricerca di dati e documenti nella rete, utilizzare la posta elettronica, almeno nelle funzionalità di base dell’invio e della ricezione di messaggi, e di allegare documenti ad un messaggio. Per le modalità di frequenza nella fase e-learning, vedi Regolamento allegato al Bando (Allegato A).

Laureati in sociologia: per i soggetti in possesso di laurea magistrale (o vecchi ordinamenti) in sociologia, il Master è valevole quale Primo Anno del Corso di Specializzazione in Neurosociologia.

» Scarica il Bando di Partecipazione



 
Torna ai contenuti | Torna al menu